LA ZANICCHI CONTRO MINA E DUE OVVEROL’INVIDIA E’ UNA BRUTTA COSA

LA ZANICCHI CONTRO MINA E DUE OVVEROL’INVIDIA E’ UNA BRUTTA COSA

SANREMO: IVA ZANICCHI, MINA VENGA AL FESTIVAL COME TUTTI
Roma, 18 feb. (Adnkronos) – “Mina deve farci la cortesia di sbucare dal suo rifugio in Svizzera e presentarsi qui al Festival, come facciamo tutti, senza rompere le scatole. Poi potremo anche prostrarci ai suoi piedi e baciarli, devoti, come si fa con la Madonna. Le apparizioni della Madonna sono sempre una gran cosa, figurati se ce le perdiamo”. Iva Zanicchi si sfoga cosi’, con “Tv Sorrisi e Canzoni” in un’intervista pubblicata online su www.sorrisi.com, dopo l’esclusione della sua “Ti voglio senza amore” nella prima serata di Sanremo, “Invece lei sta a Lugano e ogni tanto ci manda i suoi video come Bin Laden, come ha detto Benigni. Ma forse Mina fa bene cosi’ -prosegue la Zanicchi- che non si presenti, che non appaia mai, che stia nascosta. Cosi’ potremo continuare a vederla bella e giovane come quarant’anni fa. Se si mostrasse come facciamo tutti scopriremmo che ha le rughe sotto il collo, il sedere grosso. Massi’, stia la’ e non rompa le scatole”. Iva Zanicchi torna poi ancora su Benigni, che ieri sera aveva ironizzato sulla sua canzone proprio prima della sua esibizione: “Benigni e’ un grande, puo’ dire cio’ che vuole, ma quando e’ andato a raccontare la storia di me e Berlusconi che lo facevamo in macchina, beh, li’ ha toccato vette di volgarita’ inaccettabili, una cosa indegna”.

LA ZANICCHI CONTRO MINA E DUE OVVEROL’INVIDIA E’ UNA BRUTTA COSAultima modifica: 2009-02-19T08:29:48+00:00da vincentgraffiti
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento